Descrizione

La scheda CPU Cortex M7 SlimLine è l’ultima nata delle unità centrali di questa famiglia di controllori programmabili (PLC) e può essere fornita separatamente come modulo OEM per integratori di sistemi.
Il nuovo dispositivo è dotato di un potente processore Cortex M7 che, con i suoi 2Mb di memoria Flash ed un clock di 300MHz, rompe i limiti di dimensione programma utente e di velocità di esecuzione.
Il dispositivo consente la gestione dei moduli di espansione I/O SlimLine attraverso il bus di espansione I2C™ High-Speed, ed incorpora altresì un alimentatore ad alta efficienza, dimensionato per il collegamento di fino a 16 moduli di espansione (da verificare in funzione del modulo collegato).

La CPU è dotata di web server integrato capace di rendere disponibili pagine web di configurazione ed informazione generale sullo stato del sistema, nonché di pagine web configurabili integralmente dall’utente.

A livello hardware questa CPU è dotata di:

  • 1 Porta Ethernet 10/100BaseT(x) RJ45
  • 2 Porte COM RS232
  • 1 porta MicroUSB (Host/Device)
  • 1 Bus di campo RS485 o CAN bus (a seconda della versione)
  • 2 Input digitali isolati (di cui 1 utilizzabile anche come counter)
  • 2 Output digitali isolati  (utilizzabili anche come PWM)
  • 2 Input analogici 12bit (versioni extended)
  • 1 porta 1-wire (versioni extended)
  • 1 slot micro-SD card
  • 1 bus di espansione I2C™ High-speed

Grazie all’utilizzo di memorie non volatili in tecnologia FRAM (RAM ferroelettriche), è stata possibile l’eliminazione della batteria, minimizzando così gli interventi di manutenzione e l’impatto ambientale a fine vita del prodotto ed eliminando i vincoli posti dalle direttive per il trasporto aereo di prodotti contenenti batterie.
La tecnologia FRAM garantisce inoltre un numero di cicli di scrittura praticamente illimitati, migliorando quindi l’affidabilità del sistema, ed un bassissimo consumo di energia anche nelle fasi di scrittura.

La scheda è disponibile in diverse versioni:

  • Lite: 2 RS232C, 1 Eth, 4 I/O digitali,
  • RS485: 2 RS232C, 4 I/O digitali, 1 Eth., 1 RS485 isolata.
  • CAN: 2 RS232C, 4 I/O digitali, 1 Eth., 1 CAN isolato.
  • Ext. RS485: 2 RS232C, 1 USB, 4 I/O digitali, 2 Analog In, 1 1-Wire, 1 Eth., 1 RS485 isolata.
  • Ext. CAN: 2 RS232C, 1 USB,4 I/O digitali, 2 Analog In, 1 1-Wire, 1 Eth., 1 CAN isolato.

Per la connessione dei moduli di espansione occorre utilizzare gli appositi cavi di espansione bus precablati (Cod. CBL074**00) da ordinare separatamente.

Le connessioni degli I/O e dell’alimentazione sono realizzate tramite connettori a vite estraibili per una più facile manutenzione.

La famiglia di PLC SlimLine è stata concepita con l’ottica della salvaguardia dell’investimento in programmazione effettuato dal Cliente sia in termini di portabilità da/verso altre piattaforme, sia in termini di protezione dalla copia e dall’utilizzo fraudolento delle applicazioni sviluppate (vedi questa pagina).

E’ disponibile una ampia gamma di librerie e blocchi funzione (FB) atte a svolgere numerose funzioni.
Ne esistono altresì alcune disponibili opzionalmente, per il cui utilizzo è necessario ottenere il codice di sblocco a livello MID (Manufacturer ID) o DID (Device ID). Vedi l’elenco.

La CPU è programmabile nei 5 linguaggi previsti dalla norma IEC61131-3, attraverso il tool di sviluppo LogicLab, un tool di programmazione completamente gratuito.

Questo dispositivo costituisce altresì una valida alternativa alle schede Arduino e, per talune applicazioni, a Raspberry Pi. Per comparare le differenze rispetto a questi sistemi vedere questo link.

Grazie al supporto del protocollo Modbus RTU e ASCII possono essere connessi terminali operatore e/o software SCADA.