Industry 4.0
Industry 4.0

Che cos’é l’Industry 4.0

Con il termine Industry 4.0 (o Industria 4.0) si indica una tendenza dell’automazione industriale che integra nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.
Prende il nome dal piano industriale del governo tedesco, presentato nel 2011 e concretizzato alla fine del 2013, che prevedeva investimenti su infrastrutture, scuole, sistemi energetici, enti di ricerca e aziende per ammodernare il sistema produttivo.

La quarta rivoluzione industriale

I risultati a livello produttivo ottenuti dalla Germania hanno portato altri paesi a perseguire questa politica. Diversi studi hanno portato a definire l’impatto che queste nuove politiche avranno sul contesto sociale ed economico, definendo questo passaggio storico “Quarta rivoluzione industriale”.

Dalla ricerca The Future of the Jobs presentata al World Economic Forum è emerso che, nei prossimi anni, fattori tecnologici e demografici influenzeranno profondamente l’evoluzione del lavoro. Alcuni di essi, come la tecnologia cloud e la flessibilizzazione del lavoro, stanno già influenzando le dinamiche e continueranno a farlo ancor più nei prossimi anni.

Le tecnologie abilitanti

Da uno studio di Boston Consulting emerge che la quarta rivoluzione industriale si fonda sull’adozione di alcune tecnologie definite abilitanti. Alcune già conosciute, concetti già presenti ma che non hanno mai oltrepassato il muro di divisione tra ricerca applicata e sistemi di produzione veri e propri e che oggi, grazie all’interconnessione e alla collaborazione tra sistemi, il panorama del mercato globale sta portando alla customizzazione di massa, diventando di interesse per l’intero settore manifatturiero.

Le 9 tecnologie abilitanti definite da Boston Consulting sono:

  1. Advanced manufacturing solution;
  2. Additive manufacturing;
  3. Augmented reality;
  4. Simulation;
  5. Horizontal e vertical integration;
  6. Industrial internet;
  7. Cloud;
  8. Cyber security;
  9. Big Data Analytics.

I vantaggi

L’Industry 4.0 porterà ad un cambiamento radicale nel metodo produttivo andando verso processi interamente automatizzati ed interconnessi. La connessione in rete è centrale all’azienda; tutte le macchine ed i reparti produttivi dialogheranno tra di loro all’interno della fabbrica, ma non solo; tramite Internet potranno dialogare anche con fornitori e clienti.
La produzione verrà ottimizzata attraverso l’automazione dei processi, riducendo errori e sprechi anticipando le giuste istruzioni agli operatori.

Questo nuovo modo di lavoro basato sullo scambio di informazioni tra i partecipanti porterà a:

  • Maggiore produttività, attraverso minori tempi di set-up degli impianti con la riduzione degli errori e dei conseguenti fermi macchina.
  • Maggiore flessibilità, permettendo la produzione di piccoli lotti ai costi tipici dell’economia di scala.
  • Maggiore velocità, l’efficientamento dei processi porta a ridurre i tempi necessari al passaggio dalla fase di prototipizzazione alla fase di produzione di serie.
  • Migliore qualità, il continuo monitoraggio delle fasi produttive e lo scambio di informazioni permette di ottenere una diminuzione del numero dei difetti.

Il Piano Transizione 4.0

Per avviare la trasformazione verso l’industry 4.0 sono stati avviati dai governi dei vari paesi europei dei programmi di aiuto alle aziende che investono per ammodernare i propri impianti, adottando le tecniche di automazione e connettività.

Anche l’Italia si è mossa in questa direzione, visto che siamo il secondo paese manifatturiero d’Europa ed il settimo al mondo.

Il Piano Transizione 4.0 è la nuova politica industriale del Paese, più inclusiva e attenta alla sostenibilità. In particolare, il Piano prevede una maggiore attenzione all’innovazione, agli investimenti green, e per le attività di design e ideazione estetica.

Le principali azioni

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.

Credito d’imposta per investimenti in Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design

Stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e favorire i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.

Credito d’imposta per investimenti in Formazione 4.0

Stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Vedi le informazioni ufficiali sul sito MISE.


Le nostre proposte in ambito Industry 4.0

La normativa prevede una serie di requisiti minimi affinché una macchina (o un impianto) possa rientrare nel Piano transizione 4.0 e, quindi, poter usufruire degli incentivi. Elsist propone una vasta gamma di prodotti in linea con i requisiti richiesti:

  • Controllori programmabili, progettati e costruiti da noi, tutti con interfaccia di rete e protocolli tipici dell’IoT.
  • Prodotti Hw-Group per il mondo IT, di cui siamo rappresentanti esclusivi per l’Italia, con le loro soluzioni cloud.
  • Routers cellulari industriali, per connettersi ad Internet da ogni luogo grazie alla connettività wireless in UMTS (3G) o ad alta velocità LTE (4G).
  • Terminali operatore Weintek, che permettono una interfaccia operatore semplice ed intuitiva con pannelli Touch screen. Tramite EasyAccess il pannello operatore permette l’accesso da remoto all’impianto via Internet.

Icona - Industry 4.0 Ready